Le mie recensioni

Recensione “Sette minuti dopo la mezzanotte” di Patrick Ness

29440188

Titolo: “Sette minuti dopo la mezzanotte”
Titolo originale: “A monster calls”
Autore: Patrick Ness (idea di Siobhan Dowd)
Genere: Fantasy, Horror
Luogo e Anno di Pubblicazione: Regno Unito, 2011

“Conor era sveglio quando arrivò.
Aveva avuto un incubo. Be’, non un incubo: l’incubo. Quello ricorrente che da qualche tempo l’ossessionava. Quello con il buio e il vento e le urla. Quello con le mani che gli scivolavano dalla presa, per quanto cercasse di trattenerle. Quello che ogni volta si concludeva con…”

TRAMA
Conor, un ragazzino di dodici anni, riceve una visita di un mostro ogni notte sette minuti dopo la mezzanotte. Non è un mostro qualsiasi però: è un mostro fatto di vortici e urla che lo tormenta ogni notte dal giorno in cui la sua mamma, ha incominciato le cure per una malattia.
A differenza dei soliti mostri, questo è un albero che ha i suoi anni ed è selvaggio come una storia indomabile. Questo mostro vuole una sola cosa da Conor, una cosa molto pericolosa: la verità.

BIOGRAFIE DEGLI AUTORI
Piccola premessa prima di parlare della biografia degli autori: l’idea di questo libro era nelle mani di Siobhan Dowd, ma a seguito della sua morte, lo scrittore Patrick Ness riprende il manoscritto, che verrà pubblicato col titolo “Sette minuti dopo la mezzanotte”.

Patrick Ness, classe 1971, è considerato uno degli autori contemporanei della letteratura inglese per ragazzi. Viene ricordato per la trilogia di Chaos Walking e per “Sette minuti dopo la mezzanotte”. Con quest’ultimo, nel 2011 si aggiudica il Galaxy Children’s Book of the Year. Ha anche prodotto alcuni episodi della serie di “Doctor Who”.

Siobhan Dowd, classe 1960, è stata un’autrice pluripremiata di quattro libri, due di questi pubblicati dopo la morte, avvenuta nel 2007. Due anni dopo la sua morte, riceve in forma postuma la Carnegie Medal, un premio vinto anche da nomi importanti della letteratura per ragazzi come Philip Pullman e Anne Fine.

COMMENTO SUL LIBRO
Questo libro è davvero magico e allo stesso tempo molto commovente. Perché la storia è ricca di brividi, magia e tormenti. Conor è un bambino un po’ speciale, un bambino che passa le giornate tra la scuola (dove è oggetto di atti di bullismo) e la famiglia (la sua mamma ha una malattia misteriosa difficile da curare). Io mi sono un po’ rispecchiata con il protagonista perché ho vissuto un periodo un po’ simile a quello di Conor. Per il resto è una storia meravigliosa che vi consiglio di leggere. Sarà un libro per ragazzi, ma è adatto a tutte le età (dai 12 anni in poi) e difficilmente finirete questo libro!

Annunci

3 thoughts on “Recensione “Sette minuti dopo la mezzanotte” di Patrick Ness

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...