Parliamo di… Ginnastica Ritmica

11148741_1067684266606862_1191080946227676548_n
[la nazionale italiana di Ginnastica Ritmica impegnata all’esercizio con cerchi e clavette all’ultima edizione della Pesaro World Cup. Photo by Enrico Della Valle]

Siamo in clima olimpico. Parliamo di sport e azzardo un’intervista a un’ipotetica ginnasta… poche e giuste domande che potranno aiutare chi è inesperto, a seguire alcune esibizioni con una certa cognizione di causa…

Cos’è la Ginnastica Ritmica? Quando è stata introdotta nel programma olimpico?
La Ginnastica Ritmica è una disciplina che fonde balletto, ginnastica, danza e maneggio dell’attrezzo.
A livello olimpico, le gare sono di due tipi: individuali e di squadra. Questa disciplina, é stata introdotta tra le discipline dell’attuale programma olimpico nella seconda metà del ‘900, rispettivamente nel 1984 (programma individuale) e nel 1996 (programma di squadra).

Come si svolgono le gare?
Le gare si dividono in gara individuale (all’interno della quale una ginnasta deve presentare quattro attrezzi con un esercizio da 1’ 30’’ ciascuno) e una gara a squadre ( che consiste in due esercizi da 2’ 30’’ ciascuno, uno con un attrezzo singolo e un altro con due attrezzi diversi).

BiZZviCIcAEv1Ft

[La ginnasta Ucraina Anastasia Mulmina impegnata in un esercizio al cerchio al Grand Prix di Thiais del 2014. Photo by Barny Thierolf]

10527476_769021396476349_6325286891988596593_n13690641_1269074573110330_6719522863055905439_n
[Un esempio di gara a squadre: la squadra della Bielorussia impegnata in un esercizio con 5 palle alle Olimpiadi di Londra 2012 e la squadra del Giappone impegnata in un esercizio con 2 cerchi e 6 clavette ad una competizione in Russia. Photo by Olivier Aubrais e Oleg Naumov]

Quali sono gli attrezzi?
Gli attrezzi della Ginnastica Ritmica sono:

  • Il cerchio
      993690_10151840358203366_1278092569_n

    [Alexandra Piscupescu (Romania) al Campionato del Mondo 2013, photo by Tom Theobald]

  • La palla1470088_697393010291849_1547298277_n[Margarita Mamun (Russia) al Campionato del Mondo 2013, photo by Oleg Naumov]
  • Le clavette
    1457500_10151903163668366_594670631_n
    [Son Yeon Jae (Corea del Sud) al Campionato del Mondo 2013, photo by Tom Theobald]
  • Il nastro
    226767_522554007843582_1995963104_n
    [Varvara Filiou (Grecia) al Campionato del Mondo 2013, photo by Olivier Aubrais]

Come si presenterà l’Italia a Rio de Janeiro? Chi ha fatto la storia italiana di questo sport?
A Rio de Janeiro come nazione ci presentiamo in entrambe le categorie: individuale e squadra d’insieme.
Dal 1984, ad eccezione di Atlanta 1996 e Pechino 2008, l’Italia si è sempre presentata in entrambe le categorie. Basta citare nomi come Giulia Staccioli (7° a Los Angeles 1984), Susanna Marchesi (finalista a Sidney 2000) e la nostra ultima olimpionica è stata Julieta Cantaluppi (16° a Londra 2012) tanto per ricordare alcuni momenti importanti per la categoria individuale.
Dal punto di vista della squadra, l’Italia ha conquistato due medaglie a livello olimpico: l’argento di Atene 2004 e il bronzo di Londra 2012.

Chi dobbiamo tenere d’occhio? Chi è l’attuale detentrice del titolo mondiale?
A livello di nazioni, oltre a Russia e Bielorussia (salite sul podio di entrambe le specialità a Londra 2012!!) dobbiamo tenere d’occhio nomi provenienti da Ucraina, Bulgaria, Israele e Spagna. Anche se, nel corso del quadriennio, abbiamo potuto assistere alla comparsa di nomi provenienti da nazioni meno quotate come Stati Uniti d’America e Giappone.

L’attuale campionessa del mondo e d’Europa è la 17enne russa Yana Kudryatseva. Figlia di un olimpionico a Barcellona ’92 nel nuoto, la ragazza ha già vinto 29 medaglie tra ori e argenti (di cui 26 d’oro!) tra Mondiali, Europei e Giochi Europei. Viene ricordata per numerosi record, tra cui il raggiungimento del muro dei 19 punti (19.450 al cerchio alla Coppa del Mondo di Baku nel 2016) e per essere la campionessa del mondo più giovane della storia, non a caso ha vinto il primo titolo mondiale a solo 15 anni!

imagesCA5Q55EH [Yana Kudryatseva (Russia) al Campionato del Mondo del 2013, photo by Oleg Naumov]

Conosciamo la delegazione italiana…

12294690_1067485459960076_7007969894777719530_n
[Veronica Bertolini (Italia) impegnata in un esercizio alla palla alla World Cup di Pesaro del 2016, photo by Enrico della Valle]

Veronica Bertolini, classe 1995, è la quattro volte campionessa italiana assoluta.
Originaria di Talamona, un piccolo paese vicino Sondrio, dal 2010 fa parte della Nazionale Italiana. Con la maglia azzurra, ha debuttato ai Campionati d’Europa Juniores del 2010 tenutisi a Brema (Germania), ma è dal 2013 che gareggia ad alti livelli: ha preso parte alle ultime tre edizioni  del Campionato del Mondo, raggiungendo la finale all-around nelle edizioni del 2014 e del 2015. A Rio si è qualificata grazie al Test-Event che si è tenuto lo scorso Aprile, dove ha conquistato il terzo di otto pass disponibili. In pedana si presenterà con la sua eleganza che la caratterizza e i suoi meravigliosi esercizi. Uno dei più apprezzati è l’esercizio alle clavette, sulle note di “Romani Holiday” composta da Hans Zimmer, all’interno del quale tira fuori la grinta e il carattere. Ma anche gli altri esercizi non sono da meno!
Allenata da Elena Aliprandi, oggi Veronica vive e si allena a Desio, e con la sua società (la San Giorgio ’79) ha conquistato le ultime due edizioni del Campionato di Serie A.

12472839_1067485789960043_734089973227300411_n

[La squadra dell’Italia nella posizione iniziale ai 5 nastri alla World Cup di Pesaro del 2016, photo by Enrico della Valle]

Che vengano chiamate “Farfalle” o “Leonesse”, da oltre 10 anni sono sulle vette delle classifiche mondiali. Allenate da Emanuela Maccarani, la nostra squadra sarà rappresentata da Marta Pagnini, Martina Centofanti, Camilla Patriarca, Alessia Maurelli e Sofia Lodi.

Conosciamole meglio!

  • Marta Pagnini, classe 1991, è la capitana della squadra. Cresciuta nell’Etruria Prato, è stata campionessa del mondo 2011 e Bronzo Olimpico nel 2012. Nel 2013, diventa la capitana della squadra.
  • Alessia Maurelli, classe 1996, è di origini Torinesi ma è cresciuta a Ferrara. Dopo aver militato nella Estense Putinati Ferrara, nel 2014 entra a far parte della squadra nazionale, diventando vice-campionessa del mondo all-around.
  • Camilla Patriarca, classe 1994, è di Sondrio ed é compagna di squadra di Veronica Bertolini alla San Giorgio ’79. Debutta in squadra nel 2012, e nel 2013 e 2014 si laurea vice-campionessa mondiale all-around.
  • Sofia Lodi, classe 1998, di origini Bresciane. Nel 2012, partecipa da individualista ai Campionati Europei di Nižnij Novgorod. Nel 2013, viene convocata per in squadra e nel 2014, prende parte al suo primo campionato del mondo. Viene riconosciuta per la sua eleganza in pedana.
  • Martina Centofanti, classe 1998, di origini Romane, è stata la capitana della squadretta Junior ai 5 cerchi agli Europei 2013 di Vienna, alla quale si è piazzata in quinta posizione.Con che attrezzi ci presenteremo in pedana?
    Per la squadra, gli attrezzi che sono stati selezionati dalla federazione internazionale sono 5 nastri e 2 cerchi+6 clavette. Invece, per le individualiste, sono previsti cerchio, palla, clavette e nastro.Con che musiche scenderemo in pedana?
    Le musiche scelte per la squadra sono un medley di musica italiana ai 5 nastri, composto da “Tu si ‘na cosa grande” (cantato da Massimo Ranieri), una tarantella e il “Nessun Dorma” di Puccini, cantato dall’indimenticabile voce di Luciano Pavarotti. Invece, all’esercizio con 2 cerchi e 6 clavette, è stato scelta la Danse de Phryne di Charles Gounod.

    Per le individuali, Veronica Bertolini porterà al cerchio la base di “Je suis malade”, alla palla “Qué viyéra” tratta dal Cirque du Soleil, alle clavette una versione remixata di “Romani Holiday” di Hans Zimmer e al nastro “Hunger” tratta dal film “Black Hawk Down”.

    Quando gareggeranno?
    La Ginnastica Ritmica debutterà venerdì 19 Agosto con la qualificazione individuale. Dalla gara, alla quale prenderanno parte 26 atlete provenienti da tutto il mondo (qualificate tramite i Mondiali 2015, i test-event o le tripartite card!), verranno selezionate le prime 10 classificate, che parteciperanno alla finale all-around di sabato 20 Agosto.
    La gara a squadre debutterà sabato 20 Agosto, a questa gara parteciperanno 14 squadre composte da 5 ginnaste ciascuna (qualificate attraverso i Mondiali 2015 e il test-event) e le prime 8 classificate saranno protagoniste della finale di domenica 21 Agosto.

Ecco qui qualche bel video da vedere in chiave olimpica…

(introduzione alla ritmica, tratto dal canale della FIG, la Federazione Internazionale di Ginnastica)


(la Ginnastica Ritmica spiegata in 90 secondi, tratto dal canale Youtube del Comitato Olimpico Internazionale)


(7 cose sulla Ginnastica Ritmica, tratto dal canale Youtube del Comitato Olimpico Internazionale)


(Melitina Staniouta [Bielorussia] racconta la sua preparazione in vista delle Olimpiadi di Rio, tratto dal canale Youtube del Comitato Olimpico Internazionale)


(Evgenia Kanaeva [Russia], la prima ginnasta a vincere due titoli olimpici di seguito)

Beh che dire… In bocca al lupo a tutte!

 

 

Le informazioni sono state prese da:

 

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Parliamo di… Ginnastica Ritmica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...