Recensione “A Study in Scarlet” di Arthur Conan Doyle

WIN_20160703_172640 (2)

 

Titolo: “Uno studio in rosso”
Titolo originale: “A Study in Scarlet”
Autore: Arthur Conan Doyle
Genere: giallo
Luogo e anno di pubblicazione: Gran Bretagna, 1887

TRAMA
Il Dottor Watson, ex-medico di guerra e amico di Sherlock Holmes, torna dall’Afghanistan e trascorre un periodo di convalescenza presso la sua abitazione, al civico 221B di Baker Street, a Londra. I due si ritrovano insieme a seguito della morte di un uomo, il cui cadavere è stato ritrovato in un’abitazione sporca e sudicia, all’interno della quale viene rinvenuta  sul muro, scritta col sangue, la parola “Rache” (Rivincita in Tedesco). Attraverso una serie di calcoli e deduzioni, Sherlock scopre l’identità del presunto assassino, che si presume possa commettere un altro omicidio ai danni del signor Stangerson, il segretario di Drebber, la prima vittima dell’omicidio.
Sherlock Holmes, scopre che il principale sospettato è il soldato della Marina Arthur Charpentier, la cui sorella è stata importunata dalla vittima.

DA SAPERE
=>A seguito di alcune critiche sollevate da un genitore di fede Mormona,  questo testo è stato censurato in un istituto scolastico di Albermale, in Virginia (USA) per “pregiudizi di carattere religioso” in quanto  avrebbe offerto un’immagine denigratoria verso la comunità dei Mormoni.

=>Nella serie televisiva “Sherlock” (con protagonisti nomi del calibro di Benedict Cumberbatch e Martin Freeman),il primo episodio, intitolato “Uno studio in rosa”, è un adattamento ai giorni nostri del romanzo.

=>Con questo racconto, incomincia il fortunato ciclo di Sherlock Holmes,composto da 59 racconti, 4 romanzi e 3 commedie teatrali.

BREVE BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Arthur Conan Doyle nasce nel 1859 a Edimburgo, in Scozia.
Insieme a Edgar Allan Poe, è stato considerato  il fondatore di due generi: il genere giallo e il genere fantastico. Viene considerato il capostipite del giallo deduttivo, reso famoso dal suo personaggio più letto e amato: Sherlock Holmes.
La produzione di Conan Doyle spazia attraverso vari generi, passando dal romanzo d’avventura al romanzo di fantascienza, fino al soprannaturale e ai temi di carattere storico.
Muore nel 1930 a seguito di un arresto cardiaco.

Scarlett

“Nella matassa incolore della vita scorre il filo scarlatto del delitto, noi abbiamo il dovere di dipanarlo, isolarlo e tirarlo fuori da capo a fondo.”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...