Recensione:”Il Corvo” di Kader Abdolah

20130724175348_cover_sito

Dunque, dopo nemmeno 24 ore dalla pubblicazione di un’altra delle mie recensioni, scopro che devo sbrigarmi nella lettura dei miei tre libri in lettura (“Io Sono il Messaggero”, “La Grande Storia del Tempo”, “Il Corvo”) se voglio incominciare per tempo la lettura dei 10 libri della #summerreadingchallenge. Lo so, sono completamente pazza, ma gli esami mi hanno tolto un sacco di tempo per la lettura e soprattutto… sono indietrissimo con molte letture!
Malgrado il mio “casino mentale” sono riuscita a finire questo piccolo capolavoro della letteratura olandese e sono pronta per farvi una recensione davvero carina, così se volete leggerlo…

TITOLO: “Il Corvo”
AUTORE: Kader Abdolah
GENERE: Narrativa
LUOGO E ANNO DI PUBBLICAZIONE: Olanda,2013

TRAMA
“Nei racconti della tradizione persiana c’è sempre un corvo che vola in cielo”, e quel corvo è un testimone della storia e della cultura persiana che Kader Abdolah ci racconta in questo romanzo. “Il Corvo” è la storia di un rifugiato iraniano, Refid Foaq, che narra la sua storia: dalla falegnameria del padre, dove cresce il suo spirito curioso e ribelle fino all’arrivo in Olanda e la ricerca di una nuova identità, passando per gli anni della Resistenza contro gli Ayatollah.
In Olanda si occuperà di commerciare caffè, ma in realtà lui scrive. E difficilmente potrà pubblicare i suoi scritti, ma un giorno…

BREVE BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Kader Abdolah nasce nel 1954 in Iran.
Perseguitato dal regime dello scià e dal regime di Khomeini, nel 1988 si rifugia in Olanda.
Oggi è uno degli scrittori più importanti dell’Olanda ed ha vinto il Premio Grinzane Cavour nel 2009.

PARERE DEL LETTORE
Romanzo molto particolare e ben descritto: in questo libro si vive la vita di uno che ha passato molte difficoltà, e le ha superate… vivendo.
VALUTAZIONE: 4/5

Vi lascio con la quarta di copertina:
<<Se vuoi pubblicherò il tuo libro in forma clandestina. Non posso prometterti un compenso e una volta che mi avrai consegnato il manoscritto non ci vedremo più. Tu non mi conosci, io non ti conosco. D’accordo?>> Erano gli anni della rivoluzione e della guerra, gli anni in cui da un momento all’altro la tua amata diventava la donna di un altro. Dovevo decidere in fretta.
<<D’accordo>>, risposi.

Alla prossima recensione!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...