Recensione:”Il Corvo” di Kader Abdolah

20130724175348_cover_sito

Dunque, dopo nemmeno 24 ore dalla pubblicazione di un’altra delle mie recensioni, scopro che devo sbrigarmi nella lettura dei miei tre libri in lettura (“Io Sono il Messaggero”, “La Grande Storia del Tempo”, “Il Corvo”) se voglio incominciare per tempo la lettura dei 10 libri della #summerreadingchallenge. Lo so, sono completamente pazza, ma gli esami mi hanno tolto un sacco di tempo per la lettura e soprattutto… sono indietrissimo con molte letture!
Malgrado il mio “casino mentale” sono riuscita a finire questo piccolo capolavoro della letteratura olandese e sono pronta per farvi una recensione davvero carina, così se volete leggerlo…

TITOLO: “Il Corvo”
AUTORE: Kader Abdolah
GENERE: Narrativa
LUOGO E ANNO DI PUBBLICAZIONE: Olanda,2013

TRAMA
“Nei racconti della tradizione persiana c’è sempre un corvo che vola in cielo”, e quel corvo è un testimone della storia e della cultura persiana che Kader Abdolah ci racconta in questo romanzo. “Il Corvo” è la storia di un rifugiato iraniano, Refid Foaq, che narra la sua storia: dalla falegnameria del padre, dove cresce il suo spirito curioso e ribelle fino all’arrivo in Olanda e la ricerca di una nuova identità, passando per gli anni della Resistenza contro gli Ayatollah.
In Olanda si occuperà di commerciare caffè, ma in realtà lui scrive. E difficilmente potrà pubblicare i suoi scritti, ma un giorno…

BREVE BIOGRAFIA DELL’AUTORE
Kader Abdolah nasce nel 1954 in Iran.
Perseguitato dal regime dello scià e dal regime di Khomeini, nel 1988 si rifugia in Olanda.
Oggi è uno degli scrittori più importanti dell’Olanda ed ha vinto il Premio Grinzane Cavour nel 2009.

PARERE DEL LETTORE
Romanzo molto particolare e ben descritto: in questo libro si vive la vita di uno che ha passato molte difficoltà, e le ha superate… vivendo.
VALUTAZIONE: 4/5

Vi lascio con la quarta di copertina:
<<Se vuoi pubblicherò il tuo libro in forma clandestina. Non posso prometterti un compenso e una volta che mi avrai consegnato il manoscritto non ci vedremo più. Tu non mi conosci, io non ti conosco. D’accordo?>> Erano gli anni della rivoluzione e della guerra, gli anni in cui da un momento all’altro la tua amata diventava la donna di un altro. Dovevo decidere in fretta.
<<D’accordo>>, risposi.

Alla prossima recensione!!

Recensione: “Una Piccola Libreria a Parigi” di Nina George

_una-piccola-libreria-a-parigi-1407122011

Salve Lettori! Oggi volevo pubblicare una recensione di un libro che mi è davvero piaciuto e del quale volevo condividere le emozioni che ho provato nel corso della lettura. Il libro è “Una Piccola Libreria a Parigi”, un bestseller internazionale pubblicato dalla scrittrice tedesca Nina George e tradotto in numerose lingue!

TITOLO: “Una Piccola Libreria a Parigi”
AUTORE: Nina George
GENERE: Narrativa
LUOGO E ANNO DI PUBBLICAZIONE: Germania, 2014

TRAMA
A Parigi, c’è un uomo sulla cinquantina d’anni, Jean Perdu, che possiede una libreria galleggiante sulla Senna, meglio nota come la “Farmacia Letteraria”. Da più di vent’anni vive nel ricordo della amata compagna Manon, arrivata dalla Provenza e sparita all’improvviso lasciando al protagonista una lettera.
Jean vive da solo in un palazzo con personaggi molto strani: una portinaia che sa tutto di tutti, una pianista solitaria che suona sul balcone per tutti i vicini, un giovane scrittore di successo in piena crisi creativa; ed è con lui che Jean partirà per un lungo viaggio fino in Provenza, alla ricerca della sua amata, per ritrovare lei e la felicità.

BREVE BIOGRAFIA DELL’AUTRICE
Nina George nasce nel 1973 in Germania e dall’età di 14 anni inizia a scrivere. Nel 1992, incomincia la sua attività e nel corso degli anni, pubblica una ventina di libri solo in Germania, di genere erotico, thriller e sentimentale.
E’ sposata con lo scrittore di gialli Jens Kramer e i suoi racconti sono stati tradotti e pubblicati in più lingue.

PARERE DEL LETTORE
E’ un romanzo intenso e molto particolare, che inneggia all’amore per la lettura, non a caso, alla fine del libro è contenuta una guida con consigli di lettura che permettono di “guarire” da alcune malattie dell’anima.
VALUTAZIONE: 5/5

Pensate, che io ho avuto anche l’onore di incontrare questa magnifica donna! Ebbene sì, io sono stata al Salone del Libro di Torino per la presentazione del suo ultimo capolavoro, “Una Casa sul Mare del Nord”, che è uscito il mese scorso.

A PRESTO PER NUOVE RECENSIONI ❤ ❤

La lettura come rimedio: consigli di lettura per il cuore e l’anima.

Una famosissima libreria a Parigi, la

Una famosissima libreria a Parigi, la “Shakespeare and Company”.

Di recente mi è capitato di leggere uno dei libri più belli che a mio parere lo posso considerare come uno dei più belli letti fino ad ora, ed è “Una Piccola Libreria a Parigi” di Nina George. Mia nonna me lo regalò per l’Epifania e dopo alcuni mesi, decisi di incominciare a gustarmelo per bene, pagina dopo pagina, fino ad arrivare alla fine… L’ispirazione la ebbe mia mamma, perché mi aveva riferito della storia e del fatto che si parlava di libri che aiutavano a guarire.
Alla fine del libro, ci sono alcuni fantastici consigli di lettura, o meglio, dei libri da leggere affinché possano risolvere alcuni problemi sentimentali.
All’inizio del manuale vengono dati questi consigli:

RIMEDI dal rapido effetto, per anima e cuore, che risolvono catastrofi sentimentali lievi e mediamente gravi. Salvo diversa prescrizione, si consiglia la somministrazione su più giorni in un dosaggio ben tollerabile (dalle 5 alle 50 pagine). Se possibile effettuare il trattamento con i piedi caldi e/o un gatto in grembo.

Permettetemi, la lista è molto lunga 🙂 ma ho deciso di inserire solo alcuni di questi consigli…

“Guida Galattica per gli Autostoppisti” – Douglas Adams
Se assunto in dosi elevate, può essere indicato nel trattamento dell’ottimismo patologico e contro la mancanza di humor. E’ adatto a quelle persone timide che girerebbero volentieri in asciugamano.
Effetti collaterali: avversione al possesso, possibile dipendenza da asciugamani e vestaglie.

“L’Eleganza del Riccio” – Muriel Barbery
Se assunto in dosi elevate, può essere indicato per trattare la <> in forma acuta.
Consigliato ai geni incompresi e agli amanti di film difficili.

“Il Trono di Spade (Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco)” – George R.R. Martin
Efficace nel trattamento della nostalgia per i posti lontani, contro i drammi d’amore, la rabbia indiscriminata e i sogni noiosi.
Effetti collaterali: insonnia, sogni molto stimolanti

“1984” – George Orwell
Efficace contro ingenuità e indifferenza.

“La Bussola d’Oro” – Philip Pullman
Per chi occasionalmente sente delle vocine nella propria testa e per chi pensa di avere qualche presenza.

“Cecità” – José Saramago
Contro lo stacanovismo e l’incapacità di vedere il senso della propria vita.

“Dracula” – Bram Stoker
Contro i sogni noiosi e il panico da attesa accanto al telefono.

Detto ciò, vi consiglio un’ altra lettura riguardo la cura a base di libri: è un manuale uscito lo scorso anno e scritto da due britanniche, Ella Berthoud e Susan Elderkin: “Curarsi con i libri. Rimedi letterari per ogni malanno”.
Io ho avuto modo di leggere alcune pagine e l’ho messo nei miei libri da leggere.

A presto!!! ❤ :*

Summer Reading Challenge by Who is Charlie?

Ciao a tutti 🙂

Oggi vi parlo di una meravigliosa iniziativa alla quale ho deciso di partecipare 🙂 La proposta mi è arrivata da una mia compagna di università che segue il blog “Who is Charlie?” su Blogger.
La sfida (e che sfida!!) parte il 15 giugno e si concluderà il 31 agosto e consiste nel leggere 10 libri abbinati a 10 obiettivi, che sono i seguenti:

1. un libro che ricorda l’estate: copertina, titolo o trama
2. un libro che faccia parte della tua comfort zone: la comfort zone è quel posto in cui ti senti a tuo agio, può essere un autore, un genere letterario o magari anche un libro che ti fa sentire a “casa” – valgono le riletture.
3. un libro con un protagonista maschile
4. un libro appartenente ad una saga
5. un libro scelto da qualcun altro
6. uno degli ultimi libri acquistati
7. Un libro giallo, thriller o qualsiasi libro con un colpo di scena inaspettato
8. un libro che contenga il vostro colore preferito: può essere nella copertina o nel titolo del libro
9. Un libro  di un autore/autrice italiano/a
10. “Un numero, una lettera, un libro”: scegliete un numero da 1 a 26. Una volta scelto il numero, fate corrispondere una lettera dell’alfabeto inglese scegliendo un libro il cui titolo/autore abbia questa iniziale.

Io ho scelto i seguenti libri:
11430097_840486799373372_6575721300646937403_n (dal basso all’alto)
un libro che ricorda l’estate: “Una Casa sul Mare del Nord” di Nina George,
un libro che faccia parte della tua comfort zone: “Il Cappotto e il Naso” di Nikolai Gogol,
un libro con un protagonista maschile: “Città di Carta” di John Green,
un libro di una saga: “Guida Galattica per Gli Autostoppisti” di Douglas Adams,
un libro scelto da qualcun altro (grazie mamma!): “Novella degli Scacchi” di Stefan Zweig,
uno degli ultimi libri comprati: “La Ricetta del Vero Amore” di Nicholas Barreau,
un Thriller: “Cruel” di Salvo Sottile,
uno col mio colore preferito in copertina (rosa 🙂 ): “Il Segreto di Chanel n.5” di T.J. Mazzeo,
un libro di un autore italiano: “Oceano Mare” di Alessandro Baricco,
numero,lettera,libro: “La verità dell’Alligatore” di Massimo Carlotto.

Raccomandazioni importanti:
Seguite la pagina facebook: https://www.facebook.com/pages/Who-is-Charlie/168186333239764
Seguite il blog: http://whois-charlie.blogspot.com/
lasciare un commento nel post delle iscrizioni che trovate all’inizio delle info
facoltativo: condividere il banner su facebook, nei blog o comunque pubblicizzare la challenge su youtube, facebook, twitter, blogger o dovunque altro vi venga in mente

BUON DIVERTIMENTO!!!

Biografando: John Green

Ciao a tutti 🙂

Innanzitutto vi chiedo infinitamente scusa se non sto scrivendo più sul blog: sono molto impegnata con gli esami universitari e ne avrò fino alla fine di questo mese. Per farmi perdonare, vorrei parlarvi di uno dei miei scrittori preferiti…John Green!!!
Colgo l’occasione di pubblicare l’articolo in un momento molto speciale per i suoi fan… a breve (verso la prima metà del mese di Ottobre) uscirà nelle sale cinematografiche l’adattamento cinematografico di uno dei suoi romanzi più conosciuti, del quale non voglio anticiparvi nulla… Ma intanto partiamo con l’articolo 🙂

BIOGRAFIA

John Green nasce ad Indianapolis, negli Stati Uniti, nel 1977. Dopo neanche tre settimane dalla nascita, il piccolo John e la sua famiglia saranno costretti a trasferirsi, da allora ha sempre vissuto in giro per l’America. Si diploma nel 2000 specializzandosi in inglese e studi religiosi.
Una volta lasciata l’università, lavora per cinque mesi in un ospedale pediatrico svolgendo la funzione di Cappellano. Sarà quest’esperienza di forte impatto emotivo l’ispirazione per uno dei suoi romanzi più famosi, “Colpa delle Stelle”. Vive per alcuni anni a Chicago e lì inizia a lavorare come assistente letterario, pubblicando un centinaio di recensioni di libri per numerosi giornali, tra cui il “New York Times”.
Oggi vive a Indianapolis insieme alla moglie e ai due figli.

OPERE

  • “Cercando Alaska” (“Looking for Alaska”), la storia si ispira alle esperienze dell’autore al college e il tema principale è l’amore ai tempi dell’adolescenza.
  • “Teorema Catherine” (“An Abundance of Katherines”),è la storia di un ex bambino prodigio e genietto della matematica rifiutato per ben 19 volte da 19 ragazze di nome Catherine.
  • “Città di Carta” (“Paper Towns”),diventerà un film in uscita quest’estate in America e quest’autunno in Italia.
  • “Colpa delle Stelle” (“The Fault  in Our Stars”), un’emozionante storia d’amore con protagonisti due adolescenti affetti da tumore. Il film ha avuto un grandissimo successo nei boxoffice mondiali ed è stato premiato con tre MTV Movie Awards nel 2015.
  • “Will ti Presento Will” (“Will Grayson,Will Grayson”), scritto insieme a David Levithan.
  • “Let It Snow:Three Holiday Romances” (mai pubblicato in Italia!).

IL PARERE DELLA BLOGGER

John Green ha uno stile molto semplice ed efficace. I suoi temi sono molto familiari con la gioventù d’oggi ed è per questo è straseguito.

Come seguire le sue attività sul web:
Facebook: http://www.facebook.com/JohnGreenfans (in inglese, questo è il suo account UFFICIALE!!!)
Twitter: http://twitter.com/johngreen
Instagram: http://instagram.com/johngreenwritesbooks
Tumblr: http://fishingboatproceeds.tumblr.com/
Sito Ufficiale: http://johngreenbooks.com/